Parco Mantegazza, Clerici e Cosentino su Varese 2.0 “Governare da due anni e non saperlo”

L’ex assessore al verde pubblico di Varese Stefano Clerici e il consigliere regionale Giacomo Cosentino rispondono alle dichiarazioni del vicesindaco Zanzi

04 Luglio 2018
Guarda anche: Varese Città

I rappresentanti della lista civica Varese 2.0 che da ormai due anni governano la città di Varese, commentano con delusione lo stato di degrado del parco Mantegazza. Contro le loro affermazioni intervengono due esponenti della precedente amministrazione varesina: in primo luogo l’ex assessore all’ambiente e verde pubblico, Stefano Clerici, che collegandosi alle dichiarazioni di Zanzi ne contesta l’operato “La lista Civica Varese 2.0, che esprime il vicesindaco e un consigliere comunale, ha presentato le sue osservazioni sulla gestione del parco Mantegazza. Dall’analisi emerge una chiara bocciatura della gestione del parco storico (uno dei fiori all’occhiello della città di Varese) che lascia alquanto perplessi, considerato il fatto che il dott. Zanzi occupa la seconda poltrona più importante della città e non è nuovo a critiche verso la sua stessa maggioranza di governo. “.

E’ proprio dalle parole del vicesindaco, che dalla scheda comunale si presenta come agronomo varesino di fama internazionale, che sorge spontaneo un quesito “Due sono le possibili chiavi di lettura di tale presa di posizione: sdoppiamento della personalità o mal di pancia politici.”.

L’ex assessore Clerici prosegue “È curioso che certe affermazioni provengano da chi aveva promesso, in campagna elettorale, un’attenzione maggiore e investimenti consistenti per la tutela dei parchi storici e degli alberi monumentali: la Giunta Galimberti, infatti, in questi due anni non solo non ha stanziato un solo centesimo in più per la loro valorizzazione, ma ha, anzi, ridimensionato i fondi per la manutenzione ordinaria dei parchi cittadini. ”.

Sul caso del Parco Mantegazza arriva anche il commento del consigliere Regionale Giacomo Cosentino, della lista Fontana Presidente, a suo tempo facente parte dell’amministrazione Fontana con Stefano Clerici “Questo è l’ennesimo chiaro segnale di un’amministrazione allo sbaraglio che sta solo facendo il male della nostra città, non è riuscita a mantenere le principali promesse che aveva fatto in campagna elettorale, continua ad utilizzare slogan per buttare fumo negli occhi alle persone, come VARESE CAMBIA e VARESE RIPARTE DAVVERO. Purtroppo – sottolinea il consigliere – Varese sta cambiando in peggio. Speriamo che questa agonia finisca prima della scadenza naturale della Giunta Galimberti, altrimenti purtroppo per noi varesini, dovremmo aspettare ancora tre anni prima che rivinca il centro destra e si ridia un po’ di dignità e un po’ di ordine a questa città”.

Se Varese si presenta come la città giardino e chi dovrebbe prendersene cura invece sembra non accorgersi nemmeno delle problematiche dei suoi punti più importanti (dal Sacro Monte al Parco Mantegazza in questione), Clerici e Cosentino si chiedono “Forse Zanzi si è reso conto di non riuscire mantenere alcuna sua promessa elettorale? A quando la resa anche sul piantone di Via Veratti, che aveva promesso di salvare e che ormai attende solo il certificato di morte?”.

Tag:

Leggi anche:

  • Il nuovo piantone arriverrà il 21 novembre

    In via Veratti arriverà il nuovo piantone, un meraviglioso Ginkgo Biloba di 12 metri di altezza e circa 25 anni di età. La piantumazione è prevista per il 21 novembre. L’intervento di preparazione della sede dove verrà piantato il nuovo albero dureranno circa una settimana. Intanto, fino
  • In consiglio si accende il dibattito sulle “quote rosa” dei parcheggi

    Una discussione molto intensa e prolungata si è tenuta nella giornata di mercoledì 7 ottobre durante la seduta del consiglio comunale, e che si è conclusa con la sostanziale bocciatura della proposta, cosi come esposta dal consigliere comunale della lista Orrigoni, Luca Boldetti: l’estensione
  • Via Magenta. Al via i lavori di restauro del ponte pedonale

    Cento anni, questa è l’età del ponte pedonale che collega la via Magenta a via Nino Bixio. Per festeggiare il centenario dell’opera all’ingresso della città, l’amministrazione darà il via ai lavori di restauro a partire dai primi giorni della prossima settimana. L’intervento si
  • Smantellato Spazio Giovani di via Como, Lega in rivolta: “Sindaco lavora col favore delle tenebre”

    La ditta incaricata del trasloco è già al lavoro, mentre ancora attende risposta l’interrogazione con cui il consigliere della Lega Marco Pinti chiede al Sindaco di riaprire lo Spazio Giovani di via Como, da dieci anni punto di riferimento delle politiche giovanili della città, nonché