Locarno, razzia dei “fenicotteri d’arte” nella notte

Presente nella piazza principale della città dalla notte del 31 marzo, la scorsa mattina l’opera di Oppy De Bernardo è stata vittima di un grosso colpo vandalico

12 Aprile 2018
Guarda anche: CronacaHinterland svizzera

L’installazione artistica “Apolide” creata da Oppy De Bernardo verrà smontata a partire dalla mezzanotte. I fenicotteri rosa e gli altri salvagenti variopinti, dopo aver colorato per una decina di giorni Piazza Grande, sono quindi pronti a “cambiare casa”. Ma prima di prendere questa decisione, nelle ultime ore alcuni dei salvagenti gonfiabili che hanno colorato la piazza nei giorni passati sono scomparsi dalla piazza e riapparsi in rete sui portali di e-commerce.

L’installazione colorata, che contava 6500 salvagente di ogni forma e colore e per la quale ci sono voluti 150 volontari e 18km di corde per allestire il tutto, portata con se oltre al doppio d’occhio un messaggio importante: un riferimento agli eserciti di profughi, migranti, clandestini, perseguitati, che la storia ha visto in marcia, da sempre. I senza casa, i senza Stato, nomadi per costrizione e per destino. De Bernardo con questa opera puntata a coinvolgere il pubblico, a generare empatia, raccontando una storia crudele con l’immediatezza di una visione semplice, straniante, infantile. La piazza diventava in questo modo un luna park utopico, in cui i popoli convivono oltre il vincolo del pregiudizio e il discrimine della cittadinanza.

Purtroppo la forse risonanza mediatica dell’opera ha portato una mattina un enorme gruppo di “barbari” a deturpare questa costruzione: sono stati sottratti dalla piazza decine e decine di elementi e molti altri sono stati danneggiati.

Il commento dell’artista, dispiaciuto e basito per quanto accaduto “Le indicazioni erano altre ma è chiaro che alla gente non interessa molto. Vedo persone cariche di salvagente e cerco di fermarle, di farle ragionare. Ho dovuto ritransennare una parte della piazza per isolare almeno i 300 salvagente ‘benefici’. È incredibile, davvero

Tag:

Leggi anche:

  • Lunedì nero per i pendolari

    Lunedì nero per i pendolari delle ferrovie. Nella notte ignoti hanno rubato dei cavi in rame sulla direttrice Domodossola-Gallarate causando rallentamenti e soppressioni dei treni diretti verso Milano e non solo. Decine i ritardi che si sono contati durante la mattinata e ora, a poco a poco, la
  • Gurone sotto scacco, furto alla materna

    “Gurone è di nuovo sotto l’attacco della criminalità. Da diverse settimane infatti assistiamo impotenti ad una nuova ondata di furti in diverse abitazioni della zona e durante questo fine settimana si è arrivati a un obbiettivo se possibile più ignobile: mentre
  • Varese, furto in via Del Cairo da Gucci

    Nell’occhio del mirino del rapinatore c’era il negozio Gucci di Via Del Cairo, nel centro di Varese: tra i marchi più famosi del Made in Italy, nel negozio che ha aperto da qualche anno nel cuore della città c’è stato un tentativo di furto, finito male per il rapinatore,  nel pomeriggio
  • Busto Arsizio, denunciate due donne romene per furto

    Due donne di nazionalità romena sono state bloccate e denunciate dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio subito dopo aver commesso una serie di furti con destrezza nei negozi del centro. Lo “shopping” delle due, rispettivamente di 24 e18 anni e con domicilio