Legambiente, nel 2018 continua la #rivoluzionecircolare sul territorio

Ambiente e volontariato, ma anche “Varese bene comune”, tutti i progetti di Legambiente per i prossimi 12 mesi

20 Gennaio 2018
Guarda anche: Varese CittàVarese provincia

La #rivoluzionecircolare, per noi, passa da due parole chiave: ambiente e volontariato. Sono la guida dell’azione concreta di Legambiente Varese sul territorio, insieme a dei punti di riferimento geografici ben precisi: la città, dove siamo riferimento non solo per l’ambiente, ma anche come modello di cittadinanza attiva, e l’Olona, visto come ecosistema e come legame tra i territori che attraversa anche dal punto di vista sociale.

L’Anello sul fiume
A marzo chiuderà, almeno ufficialmente, uno dei principali progetti che stiamo seguendo: L’Anello sul Fiume. Iniziato nel 2016, il  progetto rispondeva al bando “comunità resilienti” di Fondazione Cariplo, in riferimento alla piccola comunità dei Mulini di Gurone. In due anni, l’Anello sul Fiume non ha solo portato tanti eventi culturali e scientifici tra i Mulini, ma ha creato uno “spin off” particolarmente attivo, grazie a “Casamatta”,che qui ha trovato la propria collocazione. Con Casamatta, ad esempio, è stato costruito il forno comune, e lentamente gli spazi una volta dimenticati stanno tornando a vivere e a proporre un nuovo modo di fare le cose e di stare insieme. Non solo: all’interno dell’Anello sul Fiume abbiamo anche attivato un progetto di alternanza “scuola/lavoro” con il liceo scientifico Galileo Ferraris di Varese: la scorsa estate abbiamo iniziato coinvolgendo un gruppo di ragazzi che torneranno in febbraio per continuare ad aiutarci nei lavori di ricerca sulla biodiversità dell’area. La collaborazione con il liceo varesino non chiuderà qui: come molte delle azioni avviate grazie a “L’anello sul fiume”, a giugno si attiverà un altro gruppo di studenti.

Fiume e montagna
Come Coordinamento Provinciale stiamo partecipando a vari progetti che riguardano l’asta dell’Olona, e nel 2018 saremo protagonisti di importanti scelte per il territorio insieme agli enti locali. Fiume, ma anche montagna: stiamo collaborando con il Parco Campo dei Fiori in tantissimi progetti, a cui si è aggiunto, dopo l’incendio della montagna lo scorso autunno, il coordinamento dei volontari “spontanei” sotto l’hashtag #CampodeiFioriSiamoNoi.

Educazione Ambientale
Nelle scuole, e sul territorio con le iniziative come “Puliamo il mondo”. Continuano le proposte dei nostri campi di volontariato, che per l’estate porteranno sul territorio del Parco Campo dei Fiori giovani da tutta Europa e da tutto il mondo: i programmi sono ancora in via di definizione, ma torneremo a Carnago e a Villaggio Cagnola. Sempre a Villaggio Cagnola, per la prossima primavera abbiamo già in programma, con alcune scuole del territorio, una serie di visite guidate alle sorgenti dell’Olona.

Tag:

Leggi anche:

  • Turismo: da un sentiero tra i campi a un percorso ciclabile intorno a Milano

    Duemila anni dopo, il tratto lomellino della Via delle Gallie, che dall’antica Ticinum, ora Pavia, portava alle province d’Oltralpe attraversando l’attuale Piemonte, riprende vita. Un sentiero strappato ai campi, disboscando, pulendo i fossi, installando cartelli stradali e piantando
  • Estate a Varese tra natura e cultura

    Al via da questa sera la programmazione culturale del Comune di Varese. Si parte con Esterno Notte, Tra Sacro e Sacro Monte e tante altre iniziative L’estate varesina entra nel vivo. Da questa sera partono i tantissimi eventi che coinvolgeranno l’intera città con un programma di iniziative
  • Progettiamo insieme gli anfibi di Villa Toepliz

    Legambiente, Lipu, GEV e Royal Wolf Rangers lanciano un appello ai varesini: “Proteggiamo insieme gli anfibi e la biodiversità del parco di Villa Toeplitz”. I volontari sono al lavoro per tutelare rane e rospi, ma il contributo e – soprattutto – il rispetto di tutti è
  • Si ferma la Marcia, non la Pace!

    Avrebbe dovuto partire alle 9 di domenica 1 marzo dal Santuario di Saronno la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza che vedeva l’adesione di moltissime realtà associative e il patrocinio di diversi Comuni del territorio. Il comune di Varese era uno dei comuni più coinvolti,