Isolino Virginia: il futuro del sito Unesco passa da verde e cultura

Primi interventi sul patrimonio arboreo, al via due indagini di mercato. L’intervento incluso nel progetto per la rivalutazione del sito archeologico

24 Maggio 2019
Guarda anche: Laghi

Il futuro è adesso. O, meglio, è già cominciato. All’Isolino Virginia sono partiti i primi interventi sul patrimonio arboreo, duramente colpito due anni fa da una tromba d’aria. Al lavoro i tecnici comunali e alcuni dipendenti di aziende lombarde, che hanno prestato una giornata di servizio volontario. Rimossi gli alberi caduti nell’estate 2017 a causa del maltempo, un intervento che prelude alla completa rivalutazione del sito Unesco.

Il progetto vede in prima fila il Comune di Varese e, nel dettaglio, gli assessorati alla Cultura e all’Ambiente. Due le indagini di mercato pubblicate in questi giorni: la prima, con scadenza il prossimo 10 giugno, riguarda appunto l’affidamento della manutenzione del patrimonio arboreo; la seconda, invece, scade il 27 giugno ed è relativa alle ricerche, alle indagini archeologiche e alla riqualificazione dell’intera area.

“Per noi – afferma l’assessore alla Cultura Roberto Cecchi – si tratta di un doppio impegno davvero importante. L’Isolino Virginia è patrimonio Unesco, ma, soprattutto, di tutta Varese e questi interventi daranno una nuova luce a tutto il suo complesso archeologico”.

“Al valore culturale – dichiara incece l’assessore all’Ambiente Dino De Simone – si aggiunge poi quello naturale e paesaggistico. Parliamo di un’oasi verde al centro del nostro lago, un luogo cui teniamo molto e che siamo impegnati a preservare”.

L’appalto relativo al verde ha un valore complessivo superiore ai 30mila euro e prevede la potatura e la rimozione di alberi caduti, lo smaltimento di quanto resta del gazebo in muratura crollato durante la tromba d’aria, la rimozione di tre pali del telefono, di un traliccio e di una palina di videosorveglianza, nonché la formazione di una barriera anticalpestio nella zona archeologica.

Intervento, quest’ultimo, che aprirà la strada alla seconda fase. Qui l’indagine di mercato è per un progetto il cui importo stimato va oltre i 64mila euro, che include ricerche, indagini archeologiche e la riqualificazione dell’Isolino Virginia attraverso studi sulle attività di scavo effettuate dal XIX secolo. Previste poi la valorizzazione del sito di ricerca al centro dell’isola, indagini archeologiche subacquee lungo la sponda orientale e l’installazione di un sistema di boe a tutela del paleosuolo sommerso.

Tag:

Leggi anche:

  • Isolino Virginia, il futuro è adesso

    Il futuro è adesso. Per tutelare l’Isolino Virginia, ma anche per valorizzarne il grande patrimonio storico e renderlo sempre più fruibile a cittadini e turisti. Tanti i progetti che coinvolgono il sito UNESCO al centro del lago di Varese: durante Nature Urbane, il Festival del paesaggio
  • Luvinate, Iniziati I Lavori Per Il Ripristino Dell’area Tinella

    Iniziati in questi giorni i lavori di sistemazione dell’area Tinella a Luvinate, sotto la Statale 394. La zona, recentemente inclusa nell’area del Parco regionale Campo dei Fiori a seguito di una votazione del Consiglio Regionale Lombardo, era stata a fine maggio 2019 interdetta
  • Scuole alla scoperta dei siti Unesco: Percorsi finanziati al Sacro Monte

    Per il nuovo anno scolastico siamo lieti di presentarvi la possibilità di partecipare gratuitamente ad un progetto di conoscenza del patrimonio archeologico del Sacro Monte di Varese, destinato alle classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Varese. Grazie al
  • Scavi archeologici, a Villa Toeplitz parlano i ricercatori varesini

    Alla scoperta di Adulis, l’importante sito archeologico dell’Eritrea, grazie al racconto e alle fotografie di chi ci è stato. Una conferenza, per presentare i risultati emersi dalla campagna di scavi che si è conclusa a marzo, è in programma venerdì 7 giugno alle 17 nella sala seminari di