Ristorni frontalieri, alla provincia di Varese quasi 8 milioni

Alla Provincia di Varese, che conta 35 mila frontalieri a fronte di 64 mila totali, spettano 7.8 milioni di euro

26 Novembre 2018
Guarda anche: Attualità

“E’ stata attribuita alle Province di Varese, Como, Lecco e Sondrio la somma di 13,87 milioni di euro assegnata alla Regione Lombardia e derivante dal ristorno fiscale delle tasse pagate in Svizzera dai nostri lavoratori frontalieri per l’anno fiscale 2016”.

Lo ha comunicato la Vice Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca Brianza a margine della Giunta regionale di oggi.

“Il ristorno fiscale – ricorda Brianza – nasce da un accordo tra Italia e Svizzera siglato nel 1974 e prevede che parte delle tasse pagate in Svizzera dai lavoratori frontalieri italiani ritornino agli Enti Locali, in particolare Province, Comuni e Comunità Montane.  Alla nostra Provincia di Varese, che conta 35 mila frontalieri a fronte di 64 mila totali, spettano 7.8 milioni di euro”.

“Con questi contributi – dichiara la Vice Presidente – le varie realtà territoriali potranno mettere in opera importanti lavori infrastrutturali, di manutenzione, riqualificazione e potenziamento del trasporto pubblico locale. La somma erogata per la Provincia di Varese è in costante crescita rispetto agli anni precedenti. A queste risorse si andrà poi ad aggiungere una fetta più grande destinata direttamente ai Comuni ripartita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze secondo i criteri stabiliti da Regione Lombardia. L’anno scorso si trattava di oltre 21 milioni di euro”.

“Il frontalierato -prosegue Brianza-  mantiene vivo economicamente il nostro territorio. I nostri territori di confine hanno delle peculiarità imprescindibili che derivano dal confronto quotidiano con uno Stato federale e che meritano di essere adeguatamente considerate. Essere territorio di confine non può essere un elemento di marginalità ma questo richiede delle politiche specifiche e mirate come ad esempio lo sconto carburante”.

Tag:

Leggi anche:

  • Inaugurazione Palazzo Reali aperta al pubblico

    Dopo ol­tre tre anni di chiu­su­ra per la­vo­ri di ri­strut­tu­ra­zio­ne,  ria­pre al pub­bli­co la sede di Pa­laz­zo Rea­li, in pre­ce­den­za Mu­seo Can­to­na­le d’Arte, con una mo­stra de­di­ca­ta alle ope­re del­la col­le­zio­ne del Mu­seo. Per
  • RISTORNI. BRIANZA: 7.7 MILIONI ALLA PROVINCIA DI VARESE

    “E’ stata attribuita alle Province di Varese, Como, Lecco e Sondrio la somma di 12,5 milioni di euro assegnata alla regione Lombardia dal Ministero dell’Economia e Finanze e derivante dal ristorno fiscale delle tasse pagate in Svizzera dai nostri lavoratori frontalieri per l’anno
  • Frontalieri in crescita: nuovo record registrato in Ticino

    Nuovo record di frontalieri in Ticino: nel secondo trimestre erano 66’316, in crescita del 3,4% su base annua. A livello nazionale erano 322’838 (+2,4%). Oltre al Ticino, spiccano le regioni del Lemano (120’857) e la Svizzera nord-occidentale (69’279), con Basilea. Negli
  • Sport Bonus, Varese cambia con il contributo di tutti

    La palestra di via XXV aprile da aggiungere alla Falaschi di Valle Olona e all’impianto della Canottieri alla Schiranna. Tre strutture unite tra loro dal filo rosso dello “Sport Bonus”, l’incentivo fiscale che permette di ottenere importanti crediti di imposta a quanti fanno