Cadrezzate con Osmate sarà un unico comune

Il Consiglio regionale ha approvato l’unificazione dei Comuni di Cadrezzate e di Osmate

05 Febbraio 2019
Guarda anche: Attualità

Il Consiglio regionale ha approvato l’unificazione dei Comuni di Cadrezzate e di Osmate in provincia di Varese. Dopo il via libera delle Commissioni consiliari Affari istituzionali e Bilancio ai provvedimenti che attuano le volontà popolari registrate dai due referendum comunali, oggi l’Aula consiliare ha approvato in via definitiva la nascita del nuovo Comune, che prenderà il nome di Cadrezzate con Osmate.

“L’unificazione è un passaggio amministrativo importante -ha sottolineato il relatore Giacomo Cosentino (Lista Fontana)- perché pone i presupposti per generare economie di scala che l’amministrazione pubblica potrà destinare al miglioramento dei servizi per i cittadini. Ulteriore vantaggio che la popolazione potrà ricavare riguarderà l’accesso del nuovo Comune a una condizione di favore ai bandi regionali per  il finanziamento a opere. La legge regionale prevede infatti specificatamente questa opportunità: unire forze e risorse diventa oggi indispensabile per intervenire a favore della comunità rispettando nello stesso tempo specificità e identità territoriali”.

Negli atti approvati si prende atto anche del parere favorevole della Provincia di Varese e si stabilisce che ai sensi della legge regionali le spese che i Comuni hanno affrontato per i referendum verranno rimborsate da Regione Lombardia.

“Attraverso il positivo voto di oggi -ha detto in Aula il Presidente della Commissione Territorio Angelo Palumbo (FI)- si è data piena attuazione alla volontà popolare dei cittadini dei due comuni che, nell’ottobre scorso, avevano dato parere favorevole alla fusione attraverso il referendum consultivo. Ringrazio in particolare la Presidente della Commissione Affari Istituzionali Alessandra Cappellari e gli uffici che hanno messo in calendario velocemente il progetto di legge, consentendo di restare nei tempi prefissati per la conclusione dell’iter istituzionale previsto da Regione Lombardia d’intesa con la Provincia di Varese ed evitare il commissariamento dell’ente per un anno. Questa celerità nell’approvazione della fusione permetterà ai cittadini del nuovo comune di poter votare, già a maggio di quest’anno, per scegliere il primo Sindaco del neonato Comune Cadrezzate con Osmate”.

“La fusione che abbiamo approvato oggi in Aula – ha dichiarato il consigliere Emanuele Monti (Lega)– è l’occasione per istituire un tavolo di lavoro tra la nuova realtà amministrativa, il Comune di Travedone Monate, il Parco del Ticino e il Parco Campo dei Fiori al fine di meglio tutelare e valorizzare il sistema ecologico lacuale esistente. Ricordo infatti l’importanza dell’ecosistema lacuale esistente e le relazioni ecologiche esistenti tra il Parco del Ticino e il Parco Campo dei Fiori emerse anche nell’ambito del progetto Life TIB (Trans Insubria Bionet) e il nascente Comune di Cadrezzate con Osmate si localizza proprio al confine tra l’ATE del Parco del Ticino e l’ATE del Parco Campo dei Fiori. Una delle priorità di Regione Lombardia è la tutela e salvaguardia delle preziose acque del territorio lombardo. Così come ci stiamo spendendo per il Lago di Varese, lo stesso impegno lo metteremo per gli altri laghi”. 

“Sono molto soddisfatto dell’esito del voto di oggi – ha dichiarato il consigliere Marco Colombo (Lega)– che dà seguito alla volontà dei cittadini, che avevano risposto positivamente alla chiamata alle urne dimostrando come le consultazioni dirette non siano solo utili, ma anche doverose per un corretto funzionamento della democrazia. Quella del Referendum consultivo è una pratica da percorrere il più possibile. Ho vigilato personalmente in questi mesi affinché la volontà degli abitanti venisse messa in pratica nel più breve tempo possibile, arrivando al risultato di oggi”.

Voto favorevole anche da parte del consigliere del PD Samuele Astuti. “La fusione dei Comuni di Cadrezzate ed Osmate -ha detto Astuti- rappresenta un ottimo risultato amministrativo, ottenuto partendo dal riconoscimento della volontà popolare e quindi rispettando il metodo della democrazia. In tempi in cui è importante ottimizzare le risorse, abbiamo voluto sottolineare la lungimiranza dei provvedimenti approvando i due documenti all’unanimità, segno evidente di incoraggiamento per un passaggio che sicuramente porterà benefici alle due comunità che si uniscono”.

Tag:

Leggi anche:

  • Sport Bonus, Varese cambia con il contributo di tutti

    La palestra di via XXV aprile da aggiungere alla Falaschi di Valle Olona e all’impianto della Canottieri alla Schiranna. Tre strutture unite tra loro dal filo rosso dello “Sport Bonus”, l’incentivo fiscale che permette di ottenere importanti crediti di imposta a quanti fanno
  • Guttuso a Varese celebra Francesco Pellin

    Una serata per commemorare Francesco Pellin. A dieci anni dalla sua scomparsa il collezionista varesino verrà ricordato assieme ai quadri del suo Renato Guttuso, all’interno della mostra ora allestita a Villa Mirabello. Appuntamento venerdì, 28 giugno, alle ore 18.00. A ricordare Pellin
  • Night Raw Circuit, le modifiche alla viabilità

    Torna domani sera, nelle vie attorno ai Giardini Estensi, il “Trofeo internazionale città di Varese – Night raw circuit”, manifestazione ciclistica giunta alla sua quarta edizione. Un evento che coinvolgerà molteplici atleti e che comporterà alcune modifiche temporanee alla
  • Il Rotary Club omaggia Antonio Parma con una targa

    Lunedì 24 giugno si è svolta l’inaugurazione ufficiale della targa che il Rotary Club ha voluto dedicare alla memoria dell’industriale saronnese Antonio Parma (1854-1922). L’appuntamento ha fatto parte di un progetto più ampio del Rotary Club Saronno di apposizione di targhe