Università dell’Insubria: in cattedra Hans Kammerlander

Il celebre alpinista atteso giovedì 26 novembre in via Dunant

20 novembre 2015
Guarda anche: Varese
montagna

Hans Kammerlander, vero mito vivente per gli amanti della montagna, incarnazione dell’estremo e dell’impossibile, è a Varese, all’Università degli Studi dell’Insubria, per un incontro il cui titolo è tutto un programma: “Malato di montagna”.

L’appuntamento, organizzato dal Centro di ricerca sulla Storia della montagna, della Cultura materiale e delle Scienze della terra, in collaborazione con il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, è in programma per giovedì 26 novembre 2015 alle ore 16,30, nell’Aula Magna Porati-Granero di via Dunant 3, a Varese.

«L’impossibile non è un dato di fatto, ma solo un’opinione» è il motto del noto alpinista, considerato uno degli scalatori estremi più proficui del nostro tempo. L’altoatesino ha intrapreso la sua carriera di scalatore all’età di 8 anni, nel corso della sua vita ha collezionato oltre 2500 tour alpini, circa 50 prime ascese e 60 spedizioni in solitaria di famose pareti alpine. Ha conquistato ben 12 delle 14 cime oltre gli ottomila metri, di cui 7 al fianco di Reinhold Messner. Sempre lui è sceso con gli sci dalla cima dell’Everest e dalle falde del Nanga Parbat.

L’incontro ha una duplice anima, da un lato centro propulsivo è il Centro di Ricerca sulla Storia della Montagna, della Cultura Materiale e delle Scienze della terra, con il suo direttore, il professor Ezio Vaccari, e il coinvolgimento del Cai e del Corso di Laurea in Scienze dell’ambiente e della Natura: partecipano al dibattito, infatti, Carlo Dossi, presidente del Corso di Laurea in Scienze dell’Ambiente e della natura; e Costante Portatadino, socio Cai. Dall’altro lato è forte l’attenzione ai temi della comunicazione e all’attualità, e infatti, l’evento è stato pensato e voluto dal Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, a margine dell’uscita nelle sale del Kolossal Everest: pertanto durante il dibattito Andrea Bellavita, docente di Linguaggi Crossmediali, condurrà una riflessione sul rapporto tra uomo e natura con particolare attenzione al ruolo dei media.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, per tutti gli altri c’è la diretta streaming.

Tag:

Leggi anche:

  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il
  • Volley – La UYBA non passa a Cremona e dice addio ai sogni scudetto

    A 24 ore dalla vittoria per 3-0 (26-24, 25-22, 25-20) nella gara-2 dei quarti di finale di playoff scudetto, la UYBA perde 3-0 (25-22, 27-25, 25-19) la decisiva gara-3 sul taraflex del PalaRadi di Cremona contro le padrone di casa della Pomì Casalmaggiore. Saranno quindi le rosa di coach