Università dell’Insubria: il CdL in Informatica si presenta con uno stage d’orientamento

Adesioni da numerosi istituti del Varesotto per le iniziative pomeridiane dell'ateneo

20 gennaio 2016
Guarda anche: Varese
università dell'insubria

A lezione di videogames? All’Università degli Studi dell’Insubria si può! D’altronde, se a presentarsi è il Corso di Laurea in Informatica, l’Orientamento passa anche attraverso lo sviluppo di videogiochi.

Lo Stage di Informatica – coordinato dalla professoressa Elisabetta Binaghi, docente di Elaborazioni delle immagini e sistemi intelligenti – è una iniziativa di orientamento in programma all’Università degli Studi dell’Insubria dal 25 gennaio al 3 febbraio, nella sede di via Monte Generoso 71, destinato alle scuole superiori di Varese e provincia e non solo. Per i nativi digitali è una occasione imperdibile e, infatti, le adesioni sono già una quarantina e provengono anche da fuori provincia, si tratta di studenti di quarto e quinto Superiore delle scuole: Isis Keynes di Gazzada (VA); Liceo Scientifico Terragni di Olgiate Comasco; Istituto Co’ Bianchi di Verbania Intra; ISIS Città di Luino G. Volontè.

Il programma dello Stage di Orientamento prevede quattro seminari, tre gennaio e febbraio, fissati sempre dalle ore 14 alle 18. Il primo, per l’appunto, dal titolo “Video Games” si svolgerà lunedì 25 Gennaio. Con il professor Marco Tarini, docente di Grafica computazionale e computer game development, gli studenti si cimenteranno nello sviluppo di parti di videogames – applicazione dell’informatica sorprendentemente importante. Sappiamo tutti, infatti, che i videogames sono un’enorme industria che rappresenta una fetta gigante del mercato dell’entrateinment, ma i videogames sono anche un fondamentale propulsore di tecnologia. L’obiettivo di questa lezione è offrire un’introduzione delle tecnologie che sono all’opera dietro le quinte di un moderno videogame.

Il secondo appuntamento è con le “Reti di Sensori”, mercoledì 27 gennaio, la professoressa Sabrina Sicari, docente di Reti di Telecomunicazioni, condurrà, inoltre, un laboratorio sulla “Configurazione di Reti di Sensori. Wireless sensor networks: Piccoli nodi Enormi applicazioni”. Con l’avvento di Internet delle cose (Internet of Things) e di una realtà pervasa di servizi, le reti wireless di sensori (WSN) rivestono un ruolo chiave in quanto rientrano nell’insieme delle tecnologie che, opportunamente integrate, supporteranno la diffusione e realizzazione di tale paradigma. L’architettura dei nodi sensore insieme alla capacità di comunicazione wireless consentono di definire e sviluppare molteplici ed interessanti applicazioni in svariati settori: dalle applicazioni militari alla domotica, dalla smart road alla telemedicina. L’obiettivo di questa breve presentazione è fornire una panoramica delle principali domini applicativi al fine di valutare le potenzialità delle wireless sensor networks. L’attività di laboratorio riguarda l’utilizzo pratico di un simulatore di reti di sensori, in modo da rendere gli studenti capaci di creare diverse topologie diverse di rete e simulare lo scambio di messaggi.

A seguire lunedì 1 febbraio il professor Davide Tosi, docente di Verifica e convalida del software e Architetture orientate ai Servizi, spiegherà e condurrà un laboratorio sul tema degli “Scenari di Big Data”. La lezione introduce in modo pratico l’uso e la manipolazione dei big data per derivare scenari di conoscenza su più fronti. Negli ultimi anni, i big data sono diventati realtà grazie alla disponibilità sempre crescente di dati derivanti dai dispositivi elettronici, dalle reti sociali e dagli open data. Riuscire ad elaborare queste moli di dati in real-time per derivare conoscenza è un tema molto sentito sia a livello accademico che a livello industriale. Durante la lezione saranno analizzati scenari reali di uso dei big data per derivare pattern di mobilità nelle future smart city, campagne pubblicitarie microtarghettate sui singoli profili degli utenti finali, e mobile app di profilazione.

E per finire, nell’ultimo appuntamento di mercoledì 3 febbraio, la professoressa Elisabetta Binaghi concluderà con un intervento sui “Sistemi di Intelligenza Artificiale” e con il laboratorio “Sviluppo di Modelli Neurali, Demo di Classificazioni Automatiche”. Durante l’incontro saranno illustrati i fondamenti della disciplina dell’Intelligenza Artificiale, le principali tecniche per lo sviluppo di Sistemi Intelligenti e le attuali applicazioni. Particolare enfasi verrà data ai Sistemi basati su Reti Neurali Artificiali ed alle sinergie con ambiti relativi alle Scienze Cognitive ed alle Neuroscienze.

Tag:

Leggi anche:

  • Basket – Varese perde in Germania e saluta la Champions

    Domenica c’era stata la sconfitta con Sassari, ottenuta però nonostante una buona prestazione, questa sera in terra tedesca, Varese è incappata nei soliti errori ed è stata stesa per 78-53 dall’Ewe Oldenburg. Se è pur vero che “solo” vincere non sarebbe bastato (ci
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management espugna il Foro Italico

    Arriva la terza vittoria in sette giorni. La BPM Sport Management ha iniziato il nuovo anno veramente alla grande. A farne le spese questa volta è la SS Lazio Nuoto che, alla Piscina del Foro Italico, è uscita sconfitta per 9-17 (1-7, 3-1, 3-6, 2-3). Ottime le prestazioni di Mirarchi e Luongo,
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per