Un convegno sui Longobardi nell’area del Seprio

Dal 2 al 7 dicembre una serie di appuntamenti focalizzati sulla regina Teodolinda tra Gazzada, Cairate e Torba

25 novembre 2015
Guarda anche: Varese
torba

Di stirpe regale e delicata bellezza, secondo Paolo Diacono, la figura della regina Teodolinda è il fulcro del progetto di ricerca promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore e dal Centro studi longobardi, su finanziamento a bando del Fondo sociale europeo della Regione Lombardia. Un temastorico-istituzionale
improntato alla migliore tradizione medievistica,che muove all’interno di un percorso più ampio,connesso alla valorizzazione attraverso la ricerca scientifica del sito seriale UNESCO “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”, con particolare riguardo al complesso archeologico di Castelseprio-Torba e
della piccola chiesa di Santa Maria “foris portas”.
Il contesto politico-religioso e culturale europeo in cui è vissuta la sovrana cattolica, di origini bavaresi, si collega così ad una realtà monumentale tra le più interessanti e discusse dell’area del Seprio, scoperta oltre mezzo secolo fa dall’intuizione di Gian Pietro Bognetti. Il progetto, che coinvolge molti atenei europei e
numerosi giovani studiosi, prevede alcune applicazioni direttamente fruibili per il grande pubblico destinate a comunicare i risultati delle indagini. In questo modo, i molti aspetti che toccano i problemi legati alla prima evangelizzazione e al pontificato di Gregorio Magno, allo scisma dei Tre Capitoli, alle relazioni con
l’oriente bizantino,al monachesimo italico e insulare nelle sue differenti manifestazioni, fino alla memoria che il ricordo della regina Teodolinda ha consegnato alla storia, dialogano con le esigenze odierne di riflettere sui resti di un passato che continua a sollecitare la società odierna.
Storia e attualità restano inscindibili. Con l’impegno di Regione Lombardia nella diffusione conoscitiva del valore culturale del patrimonio UNESCO, la ricerca accademica entra in forte connessione con le attese delle comunità territoriali locali e la loro crescita. Parlare di Castelseprio non è pertanto solo espressione
della continuità del lavoro storico, ma anche delle sue declinazioni sociali che, come ad esempio in campo artistico, hanno portato al recentissimo superbo restauro della cappella di Teodolinda nel Duomo di Monza e alla sua promozione. L’incontro di studio,che gode del patrocinio della Commissione nazionale italiana dell’UNESCO, dell’ICOMOS, del FAI – Fondo Ambiente Italiano e della Soprintendenza Archeologia della Lombardia,è realizzato in collaborazione con la Fondazione CISAM di Spoleto e le massime istituzioni pubbliche e culturali dell’area del Seprio. Il convegno si terrà dal 2 al 7 dicembre con una serie di appuntamenti ospitati tra Monza, Gazzada-Schianno, Torba e Cairate.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management espugna il Foro Italico

    Arriva la terza vittoria in sette giorni. La BPM Sport Management ha iniziato il nuovo anno veramente alla grande. A farne le spese questa volta è la SS Lazio Nuoto che, alla Piscina del Foro Italico, è uscita sconfitta per 9-17 (1-7, 3-1, 3-6, 2-3). Ottime le prestazioni di Mirarchi e Luongo,
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi