Superstrada Vigevano-Malpensa: Regione al fianco dei comuni dell’est Ticino

Gli assessori Del Gobbo e Garavaglia “Opera Fondamentale per lo sviluppo del territorio da realizzare in un unico lotto”

26 luglio 2017
Guarda anche: Lombardia

La pressione del territorio è fondamentale in una partita come questa, Regione Lombardia è al fianco dei Comuni per la realizzazione della Malpensa – Vigevano nel suo secondo tratto (Magenta – Vigevano), un’opera non più rinviabile per lo sviluppo di questo territorio. Oggi c’è un territorio che chiede quest’intervento a gran voce senza se e senza ma”. Lo ha detto l’Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia intervenuto questa mattina insieme all’Assessore regionale all’Università, Ricerca e Open Innovation Luca Del e ai sei Comuni dell’est Ticino – Chiara Calati di Magenta, Curzio Trezzani di Boffalora sopra Ticino,  Fortunata Barni di Robecco sul Naviglio, Cesare Nai di Abbiategrasso,  Guglielmo Villani di Ozzero e Andrea Sala di Vigevano – alla conferenza stampa convocata sul tema della Vigevano Malpensa in vista dell’adunanza di domani a Roma, presso il Consiglio Superiore dei lavori pubblici.

REGIONE PUNTA SUI COLLEGAMENTI – “Regione Lombardia – ha ricordato Garavaglia – sta investendo molto sul tema strade. Abbiamo preso in carico 2 mila km di strade provinciali con Anas, dopo il ‘fallimento’ sul campo delle province che non riescono più a garantire l’ordinaria manutenzione. Queste vie di collegamento – ha evidenziato l’Assessore lombardo – saranno in prospettiva ancora essenziali alla luce della mobilità elettrica che sta venendo avanti. In parallelo – ha aggiunto Garavaglia – abbiamo investito 1,6 miliardi di euro per acquistare 160 nuovi treni”.

IL PATTO PER LA LOMBARDIA – “Come Regione – ha proseguito Garavaglia – abbiamo ‘blindato’ l’opera inserendola nel Patto per la Lombardia. Una prima azione concreta che con il Presidente Roberto Maroni abbiamo messo subito in atto”.

DOMANI A ROMA – “Domani ci sarà il recepimento delle osservazioni dell’Anas – ha spiegato Garavaglia – l’iter per la strada procede, dunque, procede.  Naturalmente, la forte pressione che ora può arrivare dal territorio, anche alla luce degli esiti delle recenti elezioni amministrative e dei nuovi equilibri, potrà rivelarsi determinante. Potremo esprimere un sì forte e deciso per quest’opera, anche grazie all’apertura importante che è arrivata dal Parco del Ticino in queste ore”.

CITTA’ METROPOLITANA, MA CHI RAPPRESENTA NELL’OVEST MILANESE? – “A questo punto rimarrebbe solo qualche ‘mal di pancia’ da parte di Città Metropolitana – ha continuato l’esponente della Giunta lombarda – ma è doveroso domandarsi chi rappresenta oggi davvero questo ente, soprattutto nell’ovest Milanese. Io domani sarò a Roma con il dottor Aldo Colombo, dirigente del Settore Trasporti di Regione Lombardia”.

SOSTEGNO ANCHE ECONOMICO – “Con il Patto per la Lombardia mettiamo 130 milioni di euro a disposizione per nuove infrastrutture – ha concluso Garavaglia – pertanto, come Regione diamo il nostro sostegno non solo in termini politici, ma anche a livello economico. Siamo ben consapevoli del fatto che ci sono questioni aperte da risolvere, vedi il problema dell’innesto attuale alla Malpensa Boffalora e la Variante all’ex Statale 11 a Pontenuovo. Noi faremo la nostra parte”.

TAVOLO POLITICO SENZA PRECEDENTI – “Non può essere sottovalutato il valore politico di questo tavolo – ha ricordato l’Assessore all’Università, Ricerca e Open Innovation Luca Del Gobbooggi ci sono qui sei sindaci, due assessori regionali con l’avvallo del Parco del Ticino che esprimono un sì chiaro a quest’opera”.

PER ESSERE COMPETITIVI CON LE GRANDI CITY EUROPEE – “Quest’opera inoltre – ha ricordato Del Gobbo – diventa essenziale anche in termini di competitività con le altre grandi city europee.   Regione Lombardia è tra le tre regioni che a livello europeo hanno meglio investito in ricerca ed innovazione ma abbiamo bisogno di collegamenti veloci per essere all’altezza dei nostri principali competitor europei“.

RINASCIMENTO LOMBARDO – “Siamo davanti ad un vero e proprio rinascimento dell’innovazione – ha sottolineato Del Gobbo –  ma se il territorio dell’est Ticino, intende inserirsi appieno nella Milano del futuro, e godere delle importanti ricadute economiche che questa potrà avere da progetti come Human Technpole e dalla partita per EMA, l’Agenzia europea del Farmaco che vogliamo portare a casa”.

AVVICINIAMO PAVIA A MILANO – “Con questa strada infine – ha concluso Del Gobbo –  possiamo collegare l’Università di Pavia, una delle migliori e più prestigiose a livello italiano a Milano. Ciò significa creare un collegamento virtuoso con le imprese, il mondo della ricerca e i nostri studenti”.

UN UNICO LOTTO – “Sarà un’opera rispettosa dell’ambiente e moderna – ha garantito Del Gobbo –  che saprà recepire le istanze delle comunità locali ma soprattutto che dovrà essere realizzata in unico lotto. Non dobbiamo né possiamo perdere altro tempo”.

Tag:

Leggi anche:

  • Buttiglieri ( FDI Varese ): Avanti con l’autonomia lombarda!

    TERRA DI PRIMATI – Contiamo 40,18 dipendenti ogni 1000 abitanti e questo ci porta ad essere la Regione che annovera il più basso numero di dipendenti pubblici d’Italia che gravano sulle tasche dei cittadini solo per 18,42 euro, cifra più che contenuta, contro una media nazionale di
  • Meteo, in arrivo il gelo su tutta l’Italia

    Sulla Lombardia è attesa una settimana in gran parte asciutta, seppur caratterizzata da nuvolosità un po’ tutti i giorni, a tratti anche estesa ma nel contempo si avrà alternanza a fasi più soleggiate. Possibilità della risalita di un fronte perturbato dal Centro Italia il quale potrebbe
  • Il ruolo della città di Busto Arsizio e di Malpensa nella Lombardia del futuro

    Attilio Fontana, candidato Presidente di Regione Lombardia per la Lega e il centrodestra, sarà a Busto Arsizio mercoledì 21 febbraio, per discutere sul futuro della grande città della nostra provincia. L’incontro si svolgerà nella sala Tramogge dei Molini Marzoli Massari, in via Molino
  • Violi “Con centro-destra e centro-sinistra Lombardia pattumiera d’Italia”

    “Il centro destra fa finta di difendere il nord ma ha trasformato la Lombardia nella pattumiera d’Italia. A dare man forte anche il centro-sinistra e lo Sblocca Italia che ha fatto piovere altre tonnellate di spazzatura sul nostro territorio. Regione Lombardia non ha fatto altro che tagliare