Sostegno al reddito nella scuola dell’obbligo, Macchi (M5S): “Dalla Regione ingiustizia sociale”

La battaglia dei Cinquestelle per il sostegno al reddito

04 novembre 2015
Guarda anche: MilanoVarese Città
Cattaneomacchi

In una interpellanza la consigliera Paola Macchi (M5S) ha chiesto alla Giunta regionale di conoscere il numero delle istanze presentate dai genitori di alunni delle scuole primarie e secondarie statali per chiedere la somma aggiuntiva della dote scuola, dovuta come “sostegno al reddito” in ottemperanza a una sentenza del Tar.

Nella sua risposta, prima della replica della consigliera Macchi che ha definito le scelte della Regione “una ingiustizia sociale”, l’assessore Valentina Aprea ha risposto informando che i ricorsi sono 3512 di cui solo 492 accoglibili.

Tag:

Leggi anche:

  • M5S Lombardia “Angera, l’Ospedale va difeso”

    “Ci giunge notizia che da domani verrà chiuso uno dei due reparti di medicina dell’ospedale di Angera, poiché i medici del reparto dovranno prestare servizio anche al Pronto Soccorso. Vorremmo capire come sia possibile decimare i posti letti di medicina, tenendo conto del fatto che il
  • Elezioni: centrodestra prima coalizione, volano Lega e M5S. A rischio la governabilità

    Al Senato il dato attuale vede il M5S  essere la forza politica più votata, con il 31,96% dei voti. Il secondo partito è il PD, con un distacco abissale, che si ferma al 19,30%. +Europa si ferma al 2,38%, Italia Europa Insieme è allo 0,53%, la lista Civica Popolare Lorenzin allo 0,50% e
  • Ospedale unico tra Busto e Gallarate? Perplesso il 5Stelle

    “Preoccupati del fatto che – continua Macchi – come al solito, si cali dall’alto una decisione che deve essere condivisa prima con i cittadini e deve essere supportata da fatti, da un’analisi accurata della situazione e progetti chiari. Indubbiamente avere un unico polo
  • Lombardia: approvata nuova legge su salute mentale e veterinaria

    “L’istituzione del dipartimento integrato per la neuropsichiatria infantile –ha detto il relatore Angelo Capelli- garantisce la continuità della presa in cura dei bambini andando incontro alle esigenze degli stessi operatori, mentre anche il settore dell’autismo, per il quale in passato si