Rubava benzina in autostrada cambiando la targa della jeep. Fermato dalla Polizia Stradale

I colpi sono stati messi a segno nej disributori Brughiera est/ovest e Verbano est/ovest, dislocate lungo l’autostrada a8 e raccordo a8-a26, nel lasso di tempo compreso tra mese di giugno 2014 e novembre 2014, da un conducente di una jeep cherokee, di colore grigio

12 dicembre 2015
Guarda anche: Varese
Benzina

Aveva messo a segno una serie di “colpi”, rubando benzina ai distributori in autostrada. E riusciva a farla franca cambiando targa al veicolo. 

Nella prima mattinata di ieri personale della polizia stradale di Busto Arsizio dava esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del tribunale di Busto Arsizio nell’ambito di un procedimento penale per i reati di furto aggravato, rapina, ricettazione, lesioni aggravate e truffa.

L’articolata attività d’indagine traeva spunto da reiterati delitti di furto di carburante commessi nelle aree di servizio Brughiera est/ovest e Verbano est/ovest, dislocate lungo l’autostrada a8 e raccordo a8-a26, nel lasso di tempo compreso tra mese di giugno 2014 e novembre 2014, da un conducente di una jeep cherokee, di colore grigio.

L’autore delle condotte antigiuridiche, in ben quattro e distinti episodi, dopo essere giunto presso le pompe self-service, riforniva la vettura investigata dandosi poi a precipitosa fuga: in tali circostanze il veicolo si appurava essere corredato da diverse ed improprie targhe d’immatricolazione, provento di distinti delitti di furto, dolosamente applicate sul mezzo al fine di impedirne l’univoca identificazione.

Nel quinto ed ultimo episodio del novembre 2014, il conducente della jeep investigata, sempre munita di ulteriore e diversa targa d’immatricolazione sempre provento furto, era riconosciuto dal dipendente del distributore quale autore del precedente furto di carburnate perpetrato nella medesima stazione di servizio. il malfattore, al fine di garantirsi l’impunità, si dava alla fuga alla guida del mezzo non prima di aver cagionato lesioni alla mano destra dell’addetto del distributore, giudicate guaribili in giorni 28 di prognosi s.c.

Al fine di concorrere all’univoca identificazione della vettura utilizzata per le richiamate azioni delittuose, atteso che i furti di carburante e i relativi furti delle diverse targhe d’immatricolazione erano stati compiuti nel circondario della provincia di varese, non escludendo che il proprietario/utilizzatore della jeep potesse pertanto risiedere nella provincia di Varese, il personale operante procedeva all’effettuazione di numerosi accertamenti sul tipo di vettura utilizzata incrociando i dati di tutti i modelli analoghi registrati in provincia.

Nonostante l’innumerevole mole di dati acquisiti, precipui e mirati accertamenti con la casa madre permettevano di scremare l’elenco delle vetture da monitorare e di individuare il proprietario della vettura ricercata, un italiano di 49 anni, incastrato anche grazie alla denuncia-querela formalizzata nel frattempo dalla societa’ autostrade per l’Italia spa che, presso gli uffici della polizia stradale, evidenziava i reiterati e fraudolenti transiti effettuati nelle piste automatiche delle barriere autostradali, da analoga jeep cherokee, di colore grigio, talvolta transitante con targa parzialmente oscurata da adesivo di colore nero.
La successiva attivita’ investigativa, supportata anche dall’analisi di tabulati telefonici, consentiva di confermare il proprietario della macchina quale autore certo di una delle rapine perpetrate nel mese di presso un distributore dell’ads verbano ovest.
Alla luce degli elementi concordanti cosi’ raccolti, il gip del tribunale di busto accoglieva la richiesta del p.m. che aveva invocato, su sollecitazione di questa p.g., l’emissione di opportuna misura cautelare di tipo personale.
a seguito della contestuale perquisizione domiciliari operata presso l’abitazione di residenza gli operanti sottoponevano a sequestro un giubbotto ed un cappello di colore verde esattamente corrispondenti a queli indossati dal reo durante la perpetrazione della predetta azione delittuosa.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti