Referendum 17 aprile: anche a Varese nasce il comitato per il sì

Diverse associazioni promuoveranno la partecipazione alla consultazione sulle trivelle

15 marzo 2016
Guarda anche: Varese
Trivelle

E’ nato anche a Varese il comitato “Vota sì, per fermare le trivelle”, declinazione locale del comitato referendario nazionale. Anche nella nostra provincia, quindi, associazioni e società civile si mobilitano per il referendum abrogativo che il prossimo 17 aprile chiamerà alle urne i cittadini aventi diritto al voto per decidere del futuro dei nostri mari e della politica energetica del Paese.

Il Referendum chiede di abrogare la norma (inserita con la Legge di Stabilità 2016) che consente alle società petrolifere che attualmente estraggono petrolio e gas entro le 12 miglia marine dalle coste italiane di continuare queste operazioni fino a esaurimento del giacimento, senza limiti di tempo.

Raggiungendo il quorum previsto, pari al 50% +1 degli aventi diritto al voto, la norma verrebbe immediatamente cancellata e le attività petrolifere andrebbero progressivamente a cessare, secondo la scadenza fissata al momento del rilascio delle concessioni.

Invitiamo tutti i cittadini a votare SI, perché vogliamo che l’Italia abbandoni la vecchia strada dei combustibili fossili, abbracci un nuovo sistema produttivo basato sulle energie pulite e sostenibili, combatta l’inquinamento, tuteli il nostro ambiente marino e terrestre da possibili disastri ambientali in linea con gli impegni presi durante la COP21 di Parigi dello scorso dicembre, ed incentivi economie importanti come la pesca e il turismo, vere ricchezze del nostro Paese

Il Comitato provinciale ha sede a Varese in via Rainoldi 14 (attuale sede di Legambiente Varese), e sarà aperto lunedì e mercoledì dalle 14 alle 18 e martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 14. Per tutto il periodo del Referendum sarà attivo anche uno sportello informazioni il lunedì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 12. Potete telefonare al numero 0332/812059 o 339 4647363.

E’ attiva anche una pagina Facebook “Vota sì per fermare le trivelle Varese”, dove verranno inserite tutte le iniziative in Provincia legate al tema.

Il primo appuntamento sarà mercoledì 16 marzo alle 18 per la prima riunione del Comitato, in Via Rainoldi 14.

Sabato 2 aprile alle 16.30 i ragazzi dell’UDS-Unione degli Studenti organizzeranno un pomeriggio per informare sul Referendum i giovani che voteranno per la prima volta.

PRIMI FIRMATARI DELLA PROVINCIA DI VARESE

Legambiente, Lipu, FIAB Ciclocittà, Slow Food, Arci, Movimento Consumatori, Greenpeace, UDS – Unione degli studenti, Rete della Conoscenza, Un’altra storia, Libera.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti