Primarie centrosinistra: Galimberti lancia la road map per lavoro e imprese

Riqualificazione delle zone degradate e hub di innovazione in cima alla lista del candidato

18 novembre 2015
Guarda anche: Varese Città
industria

“Lasciate da troppo al loro destino, le attività imprenditoriali nel comune di Varese stanno segnando il passo inseguite certamente dalla crisi congiunturale, ma anche da un ambiente poco favorevole allo sviluppo e all’innovazione. La prossima amministrazione comunale, nell’ambito delle proprie competenze, deve diventare motore di un meccanismo virtuoso del rinnovamento (anche digitale) e di crescita economica. Questo perché sono convinto che senza il rilevante contributo delle imprese, in ogni loro forma – micro, artigiane, commerciali… -, non ci possa essere ricchezza e benessere sociale, né tanto meno un welfare all’altezza dei nostri tempi”. Idee chiare per Davide Galimberti, candidato alle primarie di Varese, che ha messo al centro del proprio Progetto per la Città il tema del lavoro e delle imprese. E su questi argomenti ha preparato una road map dei suoi primi giorni di amministrazione, una volta eletto sindaco.

Cosa fare dunque?

“Punto cardine e obiettivo prioritario del mio programma di sindaco sarà la riqualificazione di particolari zone degradate della città attraverso il sostegno all’avvio e allo sviluppo d’impresa. Penso inoltre all’istituzione presso il Comune dell’Unità di Missione permanente con le associazioni di categoria, le parti sociali, l’università e la scuola per far diventare Varese più amica del lavoro e delle imprese. Quanto alle risorse e alle agevolazioni da mettere in campo penso sia possibile rifarsi a quelle già disponibili dal Ministero dello Sviluppo Economico destinate ai comuni capoluogo per lo sviluppo di progetti imprenditoriali in specifiche aree di intervento.

Diventa poi del tutto conseguente che anche il Comune debba giocare un ruolo primario e attrattivo della voglia di fare impresa, e quindi prevedere una sostanziale riduzione di tutti i tempi per il rilascio ad esempio di permessi, autorizzazioni che riguardino le imprese e in generale di tutte le attività che creano posti di lavoro, cosi come la riduzione degli oneri di urbanizzazione per le imprese che decideranno di produrre e investire nella città di Varese e soprattutto di assumere nuovo personale, agevolate anche da un altrettanta riduzione delle imposte locali e delle tariffe. Questo potrà diventare realizzabile anche attraverso l’istituzione di un regolamento comunale per la disciplina degli incentivi e delle agevolazioni alle piccole imprese operanti nel comune che preveda anche il recupero degli spazi inutilizzati di proprietà comunale da mettere a disposizione delle a piccole imprese, studi professionali, laboratori artigiani e in special modo alla creazione di Hub di innovazione”.

Leggi anche:

  • Il giovane portiere azzurro Gianmarco Nicosia è un giocatore della Pallanuoto BPM Sport Management

    L’ex tesserato della Roma Vis Nova arriva alla corte del Presidente Sergio Tosi a conferma dell’opera di ringiovanimento della squadra e di un progetto tecnico rivolto al presente e che guarda con ambizioni al futuro. Da domenica Gianmarco Nicosia sarà dunque a Busto Arsizio per fare la
  • Eolo Campo dei Fiori Trail, sabato 23 settembre a Gavirate

    L’evento organizzato dalla 100% Animatrail  è in programma per tutta la giornata di sabato 23 settembre. Con il sostegno di Varese Sport Commission e Atletica Gavirate, a tutti i partecipanti verrà offerta la possibilità di scegliere tra una delle cinque gare proposte, tre agonistiche, una
  • Giro del Lago di Varese, domenica 24 settembre

    Domenica 24 settembre, con il patrocinio del Comune di Varese, Africa&Sport, Sestero Onlus e Veloclub Sommese, la Gam Whirlpool e Polha Varese hanno organizzato un doppio appuntamento sportivo: Il giro del lago di Varese e Tre ruote intorno al lavoro. Un doppio appuntamento sportivo, una gara
  • Tra borghi e vigneti sulla Via dei Terrazzamenti

    La Via dei Terrazzamenti è un percorso suggestivo che si sviluppa per 70 chilometri da Morbegno a Tirano attraverso borghi, boschi e vigne che si trovano sul versante retico della Valtellina. Durante la nostra gita ne percorreremo un tratto tra i più caratteristici di circa 15 chilometri da