Occhio alle truffe: la scusa del rilevatore di gas

La Questura di Varese segnala una nuova modalità di azione dei malviventi

22 giugno 2016
Guarda anche: Varese
Truffa

Due malviventi spacciandosi per operatori dell’azienda del gas, si presentano a casa della vittima prescelta e con la scusa, verosimile, di istallare un rilevatore di fughe di gas che diventerà obbligatorio a breve, entrano nell’appartamento.

Mentre uno dei due collega l’apparecchio e tiene occupata la vittima, l’altro, con la scusa di dover andare in bagno, si allontana per poter girare tra le stanze e rubare le cose di valore. In breve i due truffatori si congedano dal malcapitato che solo successivamente scoprirà di essere stato raggirato.

In questo tipo di truffa è bene insospettirsi di persone sconosciute che entrano in casa con qualsiasi scusa, anche la più credibile, perché questa è la loro abilità.

Attenzione dunque ad una nuova tipologia di truffa, segnalata dalla Questura di Varese.

Tag:

Leggi anche: