“Degrado e spaccio a Villa Legnani. Intervenga la Regione per una messa in sicurezza”

Il vicepresidente del consiglio regionale Fabrizio Cecchetti ha presentato un'interrogazione alla giunta per ottenere un impegno per garantire la sicurezza dei cittadini

31 marzo 2016
Guarda anche: Altomilanese
cecchetti fabrizio

“E’ ora di dire basta alla situazione di degrado e abbandono in cui versa villa Legnani: vanno messe in campo tutte le forze per ripristinare la legalità e garantire più sicurezza ai cittadini” E’ la richiesta che il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) ha presentato al Pirellone con un’interrogazione all’assessore competente.

Cecchetti nel documento evidenzia le criticità emerse dalle segnalazioni dei cittadini, per cui la storica villa di Legnano sarebbe “luogo di ritrovo di balordi e sbandati, al cui interno si verificherebbero attività illecite come spaccio di sostanze stupefacente e con il giardino diventato ormai una discarica a cielo aperto”. Una situazione fuori controllo soprattutto nelle ore notturne tanto da causare una sensazione di forte insicurezza tra i residenti della zona.

“Servono – continua Cecchetti nell’interrogazione – precise opere di messa in sicurezza dell’immobile provato da anni di completo abbandono e va sostenuta l’azione di tutti i soggetti interessati che si sono attivati fino ad oggi per eliminare il degrado che si è creato”. Da qui la richiesta all’assessore per “adottare ogni possibile provvedimento per garantire il rispetto della legalità e la sicurezza dei cittadini residenti”.

Leggi anche: