Comerio, anche quest’anno i cittadini non pagano la Tasi

Il sindaco Silvio Aimetti (Pd) conferma la non applicazione della tassa anche per il 2015

27 luglio 2015
Guarda anche: EconomiaVarese
Soldi

“Si è confermata, anche per il 2015, la non applicazione della TASI, sia per le prime che per le seconde case”. Il sindaco di Comerio Silvio Aimetti, esponente del Partito democratico, conferma, dopo il voto in consiglio comunale, che anche per il 2015 i cittadini non dovrano pagare la Tasi.

“Si sono mantenute invariate le aliquote IRPEF con eccezione per l’ultima fascia (redditi superiori a 75.000,00) per i quali si è comunque applicato un aumento irrisorio 0,1 % (es. per un reddito di 100.000,00 l’aumento di imposta è di 25 € rispetto all’anno precedente) – continua Aimetti – si è provvedute ad adeguare alcune tariffe relative ai terreni per renderle più omogenee rispetto a quelle dei Comuni confinanti, ferma retando la volontà dell’Amministrazione Comunale di attivare una verifica e ed un’eventuale revisione dell’attuale PGT nel corso del 2016.

Per quanto riguarda la spesa sociale, la stessa è stata preventivata in aumento del 13 % da 121.071,00 a 137.409,00, in tale cifra non sono state comprese le partite di giro dei contributi provenienti dal altri Enti.
Per quanto riguarda gli stanziamenti per il piano di studio e per il sostegno ad altri Enti (scuola materna e asoli nodi) , gli stessi sono stati preventivati in aumento del 18 % da 60.841,00 a 72.000.

Anche per il 2015 continuerà la spending review sulla spesa corrente che ha permesso, sino ad oggi, di ridurre la stessa di circa il 15 % al netto dell’inflazione, fatto questo che ha permesso all’amministrazione di ridurre le imposte e che presumibilmente permetterà nel 2016 una riduzione ulteriore delle stesse”.

Tag:

Leggi anche: