Car pooling alla frontiera italo-svizzera

Nuovo progetto tra il comune ticinese di Ponte Tresa e quello varesino di Lavena

09 gennaio 2016
Guarda anche: Luinese
auto

auto

”Il Car pooling con BePooler”: piccolo gesto per contribuire a salvaguardare il pianeta. Piccolo in quanto i numeri non sono ancora necessariamente grandi, ma certamente significativi: un sasso nello stagno per dimostrare che la mobilità sostenibile transfrontaliera è possibile. Basta volerlo. Come dimostra il
progetto messo in campo da BePooler SA e dagli amministratori dei due comuni di Lavena-Ponte Tresa (Italia) e di Ponte Tresa (Svizzera), comuni che si “guardano” specchiandosi nel Tresa. Amministratori rappresentati in primis proprio dal Sindaco e rispettivamente dal Vicesindaco dei due Comuni: Pietro
Roncoroni e Daniel Buser. Il progetto verrà avviato ufficialmente proprio mercoledì 13 gennaio, giorno in cui verranno aperte all’uso le due aree di sosta per il P&R nei due comuni. Dodici i posti disponibili in sostanza: Lavena-Ponte Tresa, P&R “Piazza Mercato”, via Rapetti 3, 6 posti auto dedicati;
Ponte Tresa, P&R “Marcadello”, via Marcadello, 6 posti auto dedicati. Complessivamente quindi 12 posti auto nei pressi della Stazione FLP di Ponte Tresa a disposizione dei pendolari provenienti principalmente dal Varesotto e dalla regione Malcantone Ovest (l’offerta è aperta a tutti indistintamente dalla direzione
di transito o provenienza) che nella condivisione di autovetture private con altri viaggiatori trarranno vantaggi economici, contribuendo a migliorare la qualità della vita lungo le strade di collegamento tra la Provincia di Varese e il Canton Ticino e avranno il posteggio riservato e gratuito (per tutta la durata del test). La riuscita del Car pooling permetterà quindi ai pendolari che posteggiano vicino alla stazione di poter disporre di un posto auto prenotato e gratuito e di poter così prendere il treno in tutta comodità e tranquillità. L’esperimento, una vera e propria “prima” per quanto riguarda il Cantone e le vicine Province pedemontane, inizia, come detto, da oggi in forma sperimentale sino al 31 luglio 2016.
Nelle due aree riservate ai pendolari che aderiscono al Car pooling (è necessario scaricare la App gratuita di BePooler disponibile sia per iOS che Android) sono garantiti i controlli, attraverso l’utilizzo di una innovativa “palina elettronica” che permetterà di visualizzare in tempo reale i numeri di targa delle autovetture per indicare i posti riservati. Molto semplici le modalità di utilizzo: si vuole lasciare l’auto a casa? Con BePooler si può chiedere un passaggio a chi si reca allo stesso P&R. Entrambi i pendolari potranno così risparmiare sulle spese di benzina e godere di un posteggio prenotato e gratuito. Non si vuole rinunciare all’utilizzo dell’auto? Basta registrarsi a BePooler come guidatore e accettare le richieste di passaggio per uno dei due P&R. Chiari i vantaggi del Park & Ride di BePooler: risparmio con la condivisione dell’auto, disponibilità di un parcheggio prenotato e gratuito.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti